La-morte-di-un-artista-La-Nuova-Frontiera

libro  16,00

ebook  9,99

La morte di un artista


“Seguendo le orme dei miei maestri, ho elaborato una tavola di liquori che mi cedono il loro spirito. Per raggiungere uno stato lievemente ironico temperato dall’indulgenza: gin. Per una sensazione di solitudine con profondo scontento di me stesso: rum. Allegria musicale: tequila. Entusiasmo musicale: vodka. Tempesta musicale: acquavite. Allegria sarcastica insopportabile a se stessi: brandy. Aspirazione a uscire dal mio io: mezcal. Obiettività eccessiva: whisky. Per fondermi con la natura: metanolo. Quando si cercano stati più complessi, basta preparare un cocktail.”

Sebastián Vaca, un giovane artista di belle speranze, si ritrova in un ricevimento nel quartiere più esclusivo di Città del Messico. All’improvviso però un pittore in preda all’alcol, soprannominato l’Utopista, sale in piedi sulla balaustra della terrazza e cade di sotto. La festa finisce con l’arrivo della polizia. Mentre i barellieri portano via il cadavere, Sebastián conosce colui che diventerà il suo mecenate: Aristóteles Brumell. Aristóteles è un personaggio memorabile: ricchissimo grazie a un cospicuo patrimonio lasciatagli dal nonno, dal suo illustre antenato non ha ereditato solo i soldi e la passione per l’arte, ma anche i vizi e soprattutto la capacità di usare gli altri come delle pedine che dispone, a suo piacimento, in una sorta di gioco machiavellico. Assistiamo quindi, in un crescendo di humor nero e situazioni surreali, alla caduta verso l’abisso di Sebastián il quale, credendo di aver trovato sotto l’ala del suo nuovo e potente amico un luogo sicuro dove esprimere il suo talento, si troverà invece lui stesso a diventare l’opera d’arte vivente del cinico Aristóteles. Percorso da una tensione latente che tiene il lettore incollato fino all’ultima pagina, La morte di un artista mostra la decadenza dell’uomo in una società cinicamente elitaria abituata a imporre il suo punto di vista e i suoi capricci.

La pubblicazione in Italia di La morte di un artista, è un'occasione preziosa per approfondire la conoscenza di Álvaro Enrigue, uno dei più interessanti e originali narratori latinoamericani contemporanei. - La Repubblica
Condividi questo libro: