Ginzburg – La Nuova Frontiera Junior

libro  13,50

Natalia Ginzburg Vocazione scrittrice


"Tutto è profondamente malinconico in Natalia Ginzburg – le stagioni della natura e della vita, le città rappresentate, le case comprate, amate e abbandonate, i giardini deserti, i ricordi d’infanzia e quelli della vecchiaia. Ma è una malinconia sobria, mai solo triste e grigia. A volte, è anche colorata, speziata, poetica. Una malinconia-arcobaleno che ancora oggi trovo bellissima. Scrivere la biografia di questa scrittrice non è stato un compito facile, è stato come finire per sbaglio dentro un labirinto privato e poi essere costretti a cercare l’uscita, a tentoni. Così, ho provato a districare i fili con la sua stessa voce. Cercando di raccontare solo la verità. Con qualche piccola fantasticheria, a imitazione delle sue."

Natalia Ginzburg è sempre stata una donna timida, schiva e sobria. Con il suo sguardo limpido, rigoroso e malinconico ha raccontato tanto della famiglia borghese, dell’epoca e dei luoghi in cui la vita l’ha condotta, ma in fondo poco di sé. Per far scoprire o riscoprire una delle voci più preziose della letteratura italiana del ’900, Arianna Di Genova, sua appassionata ammiratrice, utilizzando l’espediente narrativo della prima persona, fa parlare la Ginzburg della sua infanzia, del confino in Abruzzo a seguito della persecuzione fascista, della vita redazionale all’Einaudi, dell’impegno politico, ma soprattutto di quella grande passione per la scrittura, che è sempre stata il suo mestiere, come lei stessa amava ripetere.

Condividi questo libro: